Translate

domenica 19 agosto 2012

"Ognuno per sé e Dio per Tutti".
Così il comandante della torpediniera su cui era imbarcato mio padre disse all'equipaggio la sera dell'8 settembre '43, mentre distribuiva i soldi della cassa di bordo.
Così facendo li stava dichiarando sbandati.
Mio padre aveva 24 anni, da 6 era in Marina, la sua nave era ormeggiata a Civitavecchia e Catania, separata dalla linea del fronte, era irragiungibile.

Vita e morte durante la seconda guerra mondiale
Nato il 19 agosto del '19, nel '37, a 18 anni era stato chiamato alle armi.
Quando stava per essere congedato fu trattenuto in servizio per lo scoppio della guerra.
Fu assegnato ad una squadriglia di Torpediniere in servizio in Nord Africa. Nel '42 fece alcuni imbarchi su sottomarini. In guerra schivò la morte tre volte.

Tragedia
Dopo l'8 settembre visse due anni terribili.
Scampò al rastrellamento delle fosse ardeatine a Roma e rischiò più volte di essere arrestato dai fascisti e dai nazisti e tutto ciò per la vigliaccheria di Vittorio Emaneuele III Savoia, di Badoglio e dei tanti quaquaraqua che abbandonarono il Paese alla tragedia e l' Esercito allo sbando.

Buon compleanno Papà, oggi avresti compiuto 93 anni.



2 commenti:

  1. Ho sentito più volte questo racconto. Riodo la sua voce e rivedo ile sue espressioni ... buon compleanno nonno Jano! L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Lui piaceva molto parlare con la gente.

      Elimina